ri-SOCIAL-izzare con l’aiuto degli animali (di Cinzia Sala)

In questo periodo le nuove tecnologie sono state certamente le grandi protagoniste dei nostri tentativi di rimanere vicini come possibile, oltre che del lavoro da casa e dell’attività didattica. Costrette alle misure di distanziamento sociale, alcune persone si sono sperimentate nell’essere “più social” sfruttando i canali a disposizione in rete. I nostri bambini e ragazzi hanno certamente avuto più libertà e più consenso nell’utilizzo delle nuove tecnologie: alcune resistenze adulte si sono allentate. Ciò apre numerosi interrogativi su come gestire le fasi successive. Certamente questa pandemia ha messo a dura prova anche i nostri ragazzi: fisiologicamente hanno bisogno di accrescere i contatti con il gruppo dei pari per uscire gradualmente dal nucleo famigliare e devono fare i conti con i cambiamenti del loro corpo, in un momento in cui sono privi della possibilità di sperimentarlo nel contatto con l’altro. Diviene allora importante accompagnarli nell’elaborare questa esperienza così particolare e nel ritrovare un equilibrio che integri poi l’uso delle nuove tecnologie e le esperienze vissute con il corpo.

In tal senso gli Interventi Assistiti con Animali possono essere uno strumento estremamente utile in quanto sfruttano i benefici derivanti dalla relazione uomo-animale quale stimolo alla socialità. La relazione mediata dall’animale bypassa alcune delle resistenze che spesso di presentano nell’interazione tra persone, facilita l’espressione dei propri vissuti emotivi che possono poi essere successivamente elaborati, favorisce la relazione con l’operatore e con il gruppo dei pari. Permette inoltre esperienze di sostegno al senso di autoefficacia e la sperimentazione di diverse modalità di comunicazione verbale e non verbale.

Il gruppo ONLIFE ha costruito in questo periodo degli interventi specifici rivolti a bambini e ragazzi per lavorare, attraverso la relazione con gli animali, sull’elaborazione dei vissuti emotivi legati al distanziamento sociale, sulla gestione del riavvicinamento graduale, sulla sperimentazione di sensazioni corporee nel contatto con l’animale, con l’obiettivo di aiutare bambini e ragazzi a costruire (o ricostruire) una socialità integrata in cui le nuove tecnologie si intrecciano con esperi

enze in cui il corpo è il protagonista.

69 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

©2020 ONLIFE BLOG.
Tutti i diritti riservati.