DUE PAROLE SU... Jordan Shapiro (di Francesco Bocci)

Jordan Shapiro, oltre ad essere docente di filosofia ed esperto di formazione, apprendimento e nuove tecnologie, è uno dei massimi esponenti mondiali di competenze digitali e tecnologia nell’istruzione. Riguardo a questi temi ha tenuto, per diversi anni, su «Forbes» una rubrica dedicata a educazione, videogiochi e cultura digitale. Shapiro è membro del Global Advisory Council per il programma Teach For All, è un consulente del World Economic Forum. Ha creato un corso online della Thomas Edison State University, “Critical Thinking with Video Games”, che compara i testi classici della tradizione occidentale con le componenti dei videogiochi più popolari di oggi.


Shapiro offre consigli concreti e pratici a genitori, insegnati ed educatori di oggi su come educare i bambini in modo efficace in un’epoca dove i cambiamenti sono radicali. Fornisce strumenti e tecniche per utilizzare la tecnologia per coinvolgere i bambini e aiutarli a imparare e crescere. Gli insegnanti dovrebbero imparare a riconoscere i cambiamenti epocali, modificando le proprie abitudini, gli schemi mentali e le aspettative.


Il suo libro Il metodo per crescere i bambini in un mondo digitale edito da Newton Compton lo consigliamo a tutti i genitori, insegnanti, educatori, psicologi e psicopedsgogisti che credono, anche in questa fase post-Covid19, che il digitale si debba sempre più adattare allo stile di vita dell'uomo e non viceversa.


Il capitolo 3 ci parla del videogioco e del digitale in generale come una grande "vasca di sabbia", all'interno della quale l'uomo agisce una propria "lotta creativa", come Alfred Adler intendeva il gioco stesso del bambino e la vita nel suo insieme.


E' un libro che consigliamo di leggere e di tenere sempre presente da qui in avanti, in un'epoca in cui il linguaggio del gaming potrebbe fare evolvere molti ambiti della nostra società, come la scuola, attraverso la gamification.


Ci pone anche in una nuova prospettiva di "coraggio" e non di "tutto deve tornare come prima", proprio perchè crediamo che anche in ambito psicopedagogico tutto sia veramente potenzialmente cambiato.


E' importante vincere quelle paure del passato che ci portano a considerare il digitale come "mondo altro", per arrivare a camminare su sentieri nuovi... senza negazione, nè nostaglia.


Buona lettura a tutti dalla redaizone di Onlife.


di Francesco Bocci




23 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

©2020 ONLIFE BLOG.
Tutti i diritti riservati.